Il COORDINAMENTO VOLONTARIATO VIGEVANO nasce, su iniziativa del Dott. Cesare Molina, nel 1985, con delibera n° 8 dell’Assemblea USSL 78. Raggruppava, all’epoca, le Associazioni lomelline che operavano in ambito sanitario. Il Coordinamento è iscritto dal 1989 al Registro Regionale del Volontariato – Sezione Provinciale con D.P.G.R. 50494 al foglio 51 n° 204.

Finalità

Il Coordinamento Volontariato Vigevano accoglie al suo interno la maggioranza delle associazioni a vocazione sociale presenti sul territorio vigevanese.

Il legame con le associazioni aderenti ha come principali obiettivi la promozione, la diffusione e la valorizzazione delle attività specifiche di ciascuno. Si tratta di un legame di rete forte ma libero, con una filosofia di fondo orientata alla promozione di indipendenza, specificità e vocazione delle varie associazioni.

Il coordinamento collabora con enti ed istituzioni attraverso lo specifico legame di rete che lo collega alle realtà associazionistiche del territorio, utilizzando percorsi adeguati intesi come una delicata risorsa in grado di implementare le potenzialità di ognuno, con chiarezza negli obiettivi ed un metodo condiviso.

Si pone inoltre come volano di sensibilizzazione per la crescita della cultura della società diffondendo notizie e dati, favorendo l’adesione dei cittadini al volontariato, favorendo iniziative di formazione comune ed offrendo strumenti per la progettazione sociale.

Il coordinamento organizza inoltre iniziative sul territorio utili a raggiungere i suoi scopi, con particolare attenzione ai giovani e alla scuola.

Le finalità specifiche iniziali (ancora oggi valide) del Coordinamento sono:

  • approntare strumenti di sensibilizzazione per la crescita della cultura della solidarietà;
  • diffondere informazioni, iniziative, notizie e dati sulle attività di volontariato locale;
  • favorire l’adesione dei cittadini al volontariato;
  • coordinare le iniziative delle Associazioni aderenti promuovendo l’informazione e la conoscenza reciproca;
  • favorire i cittadini che hanno bisogno delle Associazioni di Volontariato;
  • essere un punto di riferimento, propositivo, di stimolo per creare sinergie tra Enti pubblici e Organizzazioni di Volontariato (nel rispetto della loro autonomia), per arrivare ad una migliore
    gestione del Volontariato;
  • coordinare le Associazioni di Volontariato operanti sul territorio, al fine di evitare sovrapposizioni di funzioni, di interventi e di iniziative e per creare utili collaborazioni;
  • offrire consulenza ed assistenza qualificata alle Associazioni di Volontariato, offrendo
    strumenti per la progettazione;
  • effettuare un’analisi e rilevazione attenta dei bisogni presenti nella comunità al fine di orientare al meglio gli interventi degli Enti pubblici e del Volontariato.